giovedì , 24 agosto 2017
Home / Natura e territorio / Bando per la realizzazione di cinque chioschi a Guardavalle

Bando per la realizzazione di cinque chioschi a Guardavalle

Alcune aree si prestano come luoghi di svago e di intrattenimento

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di promuovere iniziative di privati per rivitalizzare gli spazi pubblici, con la duplice finalità di creare aggregazione sociale e valorizzare alcune aree che ben si prestano ad essere individuate coni c degli idea li luoghi di svago e di intrattenimento.

Queste le premesse con cui è stato concepito il bando pubblico per le assegnazioni di concessioni di aree pubbliche per la somministrazione di alimenti e bevande.

L’amministrazione guardavallese ha individuato cinque aree da destinare alla realizzazione dei chioschi, di cui tre a Guardavalle Marina (villetta, zona lungomare e Viale Europa) e due a Guardavalle Centro (zona lungofiume e campo di calcetto).

«Stiamo parlando di chioschi – ha commentato il sindaco Giuseppe Ussia – distribuiti su tutto il territorio di Guardavalle che hanno lo scopo di creare opportunità e perché no? Anche posti di lavoro in questo periodo di difficoltà economica e sociale».

Le domande per partecipare al bando possono essere presentate in Comune dal lunedì all’l settembre. Secondo il regolamento, approvato in consiglio comunale lo scorso 26 maggio, la durata delle concessioni è di cinque anni. Scaduta la concessione, le aree pubbliche dovranno essere ripristinate e rese libere a spese dei con cessionari.

I criteri fissati per l’assegnazione delle aree prevedono che ciascun operatore possa presentare istanza per l’assegnazione di massimo tre aree, tra quelle individuate dall’ente, che per ogni singola area verrà formato un elenco dei richiedenti e che, successivamente in seduta pubblica, si procederà ad effettuare fra i richiedenti della singola area il sorteggio per l’assegnazione della stessa.

L’assegnatario di un’area verrà automaticamente escluso dal sorteggio delle altre aree eventualmente richieste. Per partecipare al bando sono richiesti il possesso dei requisiti professionali perla somministrazione di alimenti e bevand. nonché l’assenza a carico dei partecipanti di provvedimenti giudiziari di natura interdittiva.

Fonte: Gazzetta del Sud

Leggi anche

Nessuna farneticazione, le dimissioni del Capogruppo Dott. A. Tedesco sono la prova.

Nessuna farneticazione, le dimissioni del Capogruppo Dott. A. Tedesco sono la prova.   Aspettavamo la …

X