giovedì , 24 agosto 2017
Home / Amministrazione comunale / Bando pubblico per le assegnazioni di concessioni di aree pubbliche ai fini dell’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande

Bando pubblico per le assegnazioni di concessioni di aree pubbliche ai fini dell’esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande

IL DIRIGENTE

In esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 26/05/2017 con la quale è stato approvato il piano dei chioschi ed il relativo regolamento ai fini dell’esercizio di attività di
somministrazione di alimenti e bevande;
Vista la Determina n. 144 del 10.07.2017 di approvazione dello schema di bando di selezione per l’assegnazione di aree pubbliche ai fini dell’esercizio di attività di somministrazione di alimenti e bevande;

RENDE NOTO

E’ indetta la procedura di selezione per l’assegnazione delle concessioni di aree pubbliche ai fini dell’esercizio di attività di somministrazione di alimenti e bevande di seguito elencate:
Area 2 – Guardavalle Marina Lungomare – Villetta
Area 3 – Guardavalle Marina Lungomare
Area 4 – Guardavalle Marina Viale Europa – adiacente campo calcetto
Area 5 – Guardavalle Centro – Area Lungofiume
Area 6 – Guardavalle Centro area Campo calcetto

1. DURATA DELLA CONCESSIONE
La concessione avrà durata di anni 5 (cinque) .
Alla scadenza delle concessioni, fatte salve eventuali proroghe o nuove assegnazioni, le aree  pubbliche dovranno essere ripristinate e rese libere a spese dei concessionari, pena il passaggio di proprietà del chiosco all’Amministrazione Comunale, secondo le vigenti norme del codice civile;

2. ASSEGNAZIONE DELLE CONCESSIONI DI AREE PUBBLICHE
Le concessioni saranno assegnate mediante la formazione di un elenco di richiedenti per ogni singola area pubblica messa a bando.

3. CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE CONCESSIONI
a) Ciascun operatore può presentare istanza per l’assegnazione di massimo tre aree, tra quelle individuate dall’Ente.
b) L’istanza deve essere fatta per ciascuna area che si intende richiedere;
c) Per ogni singola area verrà formato un elenco dei richiedenti;
d) Successivamente in seduta pubblica si procederà ad effettuare tra i richiedenti della singola area il sorteggio cui assegnare la stessa.
e) Una volta assegnata l’area si procederà ad effettuare la stessa procedura per le altre.
f) L’assegnatario di un’area verrà automaticamente escluso dal sorteggio della altre aree eventualmente richieste.

4. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI SELEZIONE
Possono presentare domanda di partecipazione al presente avviso le persone fisiche e le società costituite o che si costituiranno, in possesso dei seguenti requisiti:
• Abbiano compiuto 18 anni;
• Siano in possesso dei requisiti morali previsti dall’art. 71 del D.Lgs. 59/2010;
• Non sussista alcun provvedimento giudiziario interdittivo disposto ai sensi del D. Lgs. 159/2011 e succ. modifiche (legge antimafia), in caso di ditta individuale a carico del titolare, ed in caso di società a carico del legale rappresentante e di tutti i soci;
• Siano in possesso dei requisiti professionali richiesti dalla normativa per il rilascio delle autorizzazioni per l’esercizio dell’attività di somministrazione alimenti e bevande di sui all’art. 71 del D. Lgs. 59/2010;
Per quanto attiene l’insussistenza di alcun provvedimento giudiziario interdittivo disposto ai sensi del D. Lgs. 159/2011 e succ. modifiche (legge antimafia), in caso di società non ancora costituite, la dichiarazione dovrà essere resa da tutti i partecipanti alla società medesima.
In caso di società, il requisito professionale può essere in capo al legale rappresentante. Per una ditta individuale il requisito professionale deve essere posseduto dal titolare. I concorrenti, a pena di esclusione, dovranno osservare le seguenti condizioni:
• Il soggetto che presenta domanda come componente di una società non può presentare ulteriore domanda come persona singola. Non è ammessa la partecipazione alla presente assegnazione, quali soggetti distinti, di concorrenti che si trovano tra loro in una delle situazioni di controllo di cui all’art. 2359 del Codice Civile. Saranno escluse dalla presente procedura di assegnazione le candidature di operatori/società riconducibili (in base ad elementi oggettivi) ad un unico centro decisionale.
• La domanda potrà essere presentata anche da società non ancora costituita, purchè sia allegata alla domanda medesima, dichiarazione dell’intenzione di costituirsi in società avente i requisiti precedentemente elencati, riportante l’indicazione dei nomi e dei dati anagrafici dei partecipanti alla società medesima, nonché il nominativo del legale rappresentante. Qualora l’area sia aggiudicata alla suddetta società, la stessa dovrà costituirsi prima della stipula dell’atto di gestione dell’area con i medesimi nominativi riportati nella sopracitata dichiarazione.
• Qualsiasi variazione dei componenti della società, sarà ritenuta motivo di decadenza del contratto di gestione dell’area chiosco nel caso i nuovi soci non risultino in possesso dei requisiti richiesti. Sono esclusi dalla partecipazione al bando tutti coloro che hanno già in essere una concessione demaniale per la stessa tipologia di attività.

5. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE
1. Le domande per l’assegnazione delle aree oggetto della presente selezione, complete di bollo, devono essere inviate a mezzo di raccomandata A/R all’indirizzo: Comune di Guardavalle – via Raffaele Salerno – 88065 Guardavalle (CZ) o presentate direttamente al protocollo comunale..
Le istanze devono essere inviate in busta chiusa e riportando all’esterno la dicitura “Istanza di partecipazione bando per l’assegnazione aree per la realizzazione chioschi” E’ ammessa la presentazione delle istanze tramite Pec all’indirizzo: ufficiotecnico.guardavalle@asmepec.it.
2. Le domande possono essere presentate dalle ore 9.00 del 24/07/2017 alle ore 12.00 del 01/09/2017.
3. Le domande inviate oltre il termine non produrranno alcun effetto, saranno considerate irricevibili e non daranno titolo ad alcuna priorità per il futuro.
4. Deve essere presentata una domanda per ciascuna concessione per cui s’intende partecipare alla relativa procedura di assegnazione. (max 3 istanze)
La domanda può essere presentata dall’affittuario dell’azienda o di un ramo di essa, purché il contratto di affitto sia ancora efficace al momento della partecipazione alla selezione. Nel caso in cui l’affittuario risulti assegnatario della concessione, il proprietario della concessione stessa perde il diritto ad ottenere la re-intestazione del titolo alla scadenza del contratto di affitto.

6. CONTENUTO DELLA DOMANDA
1. La domanda deve contenere, a pena inammissibilità:
– dati anagrafici del richiedente;
– Codice Fiscale e Partita IVA;
– numero e data d’iscrizione nel Registro delle imprese, se già effettuata;
– indicazione dell’area pubblica a cui la domanda si riferisce;
– autocertificazione dei requisiti morali e professionali di cui all’art.71 comma 1 del d.lgs.59/2010 e
s.m.i. del titolare ovvero del legale rappresentante, dei soci e del preposto, qualora presente;
2. Alla domanda devono essere allegati, a pena di nullità della stessa, i seguenti documenti:
– copia del documento di identità solo nel caso di conferimento di procura per la firma ad altro soggetto;
– certificato di iscrizione alla Camera di Commercio per la tipologia di attività oggetto del bando o dichiarazione di impegno ad iscriversi in caso di assegnazione dell’area e da allegare contestualmente alla presentazione del progetto del chiosco;
– la documentazione prevista dall’art. 71 comma 6 del D. Lgs 59/2010;
– copia del permesso di soggiorno in corso di validità, per i cittadini non residenti nell’Unione Europea (se il permesso scade entro 30 giorni, copia della ricevuta della richiesta di rinnovo).
– Procura speciale nel caso in cui la domanda non venga presentata direttamente ma tramite un soggetto terzo delegato all’inoltro della stessa. La procura speciale deve essere sottoscritta in cartaceo dal soggetto che conferisce procura, scansionata e sottoscritta digitalmente dal procuratore speciale (nella trasmissione tramite il portale Suap On Line, il sistema genera automaticamente il fac-simile di procura speciale)
– ogni altro elemento indicato nel modello di domanda ritenuto idoneo a conseguire la priorità di legge.
4. Nel caso in cui la domanda contenga false o mendaci dichiarazioni, fatte salve le sanzioni previste dal vigente Codice Penale, essa verrà annullata d’ufficio e in toto ai sensi delle vigenti disposizioni di legge.

7. CAUSE DI ESCLUSIONE
1 . Non è sanabile e comporta l’esclusione dal concorso:
– la spedizione delle domande fuori dal termine e con modalità diverse da quelle previste dal presente bando;
– la mancata allegazione di copia dei documenti di cui al paragrafo 6;
– l’omissione, l’illeggibilità e la non identificabilità di uno degli elementi identificativi del richiedente;
– La mancata autocertificazione del possesso dei requisiti morali per l’esercizio dell’attività da parte del titolare dell’impresa individuale/legale rappresentante della società;
– nel caso di società, la mancata autocertificazione del possesso dei requisiti morali e professionali per l’esercizio dell’attività di settore alimentare o dell’eventuale soggetto preposto alla vendita in possesso dei requisiti;
– la mancata indicazione dell’area di cui si chiede l’assegnazione;

8. GRADUATORIA
1. La graduatoria per ogni singola area pubblica di cui al presente bando verrà pubblicata presso l’albo pretorio del Comune;
2. Contro le graduatorie è ammessa istanza di revisione da presentarsi al comune entro 30 giorni dalla data di pubblicazione;
3. La concessione di area pubblica per l’esercizio di attività di somministrazione di alimenti e bevande è rilasciata, in applicazione della graduatoria derivante.
4. L’Amministrazione si riserva la facoltà di sostituire gli operatori che risulteranno rinunciatari, con quelli che seguono nella graduatoria definitiva, secondo l’ordine della stessa.
5. la graduatoria avrà validità di anni cinque dalla data di pubblicazione.

10. INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS 196/2003
1. I dati personali raccolti saranno trattati e diffusi anche con strumenti informatici: nell’ambito del procedimento per il quali gli stessi sono stati raccolti; in applicazione della disposizione sulla pubblicizzazione degli atti, ai sensi della legge 241/90.
2. I dati potranno essere inoltre comunicati, su richiesta, nell’ambito del diritto di informazione e accesso agli atti e nel rispetto delle disposizioni di legge ad esso inerenti.
3. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria; in caso di rifiuto non sarà possibile procedere all’accettazione della pratica.
Titolare del trattamento:
Responsabile del trattamento: ing. Giovandomenico Romeo
Responsabile del Procedimento: ing. Giovandomenico Romeo

11. DISPOSIZIONI FINALI
1. Per tutto quanto non previsto dal presente avviso si rinvia alla normativa statale e regionale vigente.
2. Il presente bando è pubblicato all’Albo Pretorio del Comune, sul sito internet (www.comune.guardavalle.cz.it).

IL DIRIGENTE
(f.to ing. Giovandomenico Romeo)
Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 D.Lgs 39/1993

 

 

 

 

http://alboguardavalle.asmenet.it/download.php?down=1&id_file=3420&id_doc=17170720&sez=p&data1=17/07/2017&data2=05/09/2017&view=si

Leggi anche

Numeri vincenti lotteria festa S. Maria degli Angeli

Esreazione del 7 agosto 2017

X