Disco verde all’installazione di due autovelox sulla 106

L’Unione dei Comuni interviene a Santa Caterina

L’Unione dei Comuni del Versante jonico ha approvato il progetto per l’installazione di due autovelox, lungo la Strada Statale 106 nel territorio del comune di Santa Caterina ai chilometri 148+000 e 148+250. La giunta dell’Unione, presieduta dal sindaco di Sant’Andrea Nicola Ramogida, ha recepito la proposta di deliberazione presentata dall’Ufficio sviluppo del territorio dell’Unione che ha redatto il progetto definitivo per l’installazione dei misuratori di velocità bidirezionali, che dovrà essere trasmesso sia all’Anas che alla Prefettura. Nuovo step di un iter abbastanza lungo finalizzato a migliorare le scarse condizioni di sicurezza di quel tratto di Statale 106 che va da Davoli a Guardavalle, fortemente penalizzato da un assetto stradale che oltre-tutto ne limita lo sviluppo, tenuto conto della naturale vocazione turistica del basso Jonio catanzarese. L’iter era stato avviato nel febbraio 2016. In una nota datata 23 febbraio, infatti, il responsabile del Settore bilancio e sviluppo della Polizia associata dell’Unione dei Comuni aveva chiesto alla Prefettura di Catanzaro la possibilità di installare dei dispositivi fissi di controllo degli autoveicoli, nel tratto di strada compreso fra Badolato e Guardavalle. Qualche mese dopo, la Prefet-tura dava riscontro alla richie-sta trasmettendo il nulla osta ri-lasciato dall’Anas nel luglio 2016, che autorizzava l’installazione dei dispositivi ai chilometri 144+400 e 152+100. Successivamente, nel gennaio scorso, l’Unione dei Comuni trasmetteva all’Anas e alla Prefettura la relazione di progetto, chiedendo l’emissione del decreto prefettizio. Nella stessa nota, in cui veniva confermata l’installazione del dispositivo al chilometro 144+400 fra il comune di Santa Caterina e Guardavalle, venivano proposti lo spostamento del posizionamento dal chilometro 152+100 al km al chilometro 148+ 00 tra i comuni di Santa Caterina e Badolato e l’installazione di un terzo dispositivo al chilometro 158+200 tra i comuni di Sant’Andrea e San Sostene. L’ultima comunicazione inviata dalla Prefettura chiedeva all’Anas il rilascio del parere definitivo per l’installazione dell’autovelox al chilometro 144+400, ritenendo dilatoria la richiesta da parte dell’Unione di un terzo dispositivo. L’ultimo atto della giunta dell’Unione è, quindi, finalizzato all’otteni-mento dell’autorizzazione definitiva da parte dell’Anas, attraverso la redazione del progetto relativo ai lavori necessari all’installazione.

Fonte: Gazzetta del Sud – (le.va.)

Commenti
Loading...
X