''Il passaggio a livello sarà eliminato'' - Guardavalle online

La promessa del sindaco

Guardavalle On Line - Immagini e notizie dalla Calabria - Guida al Turismo

Accesso non effettuato.
Commenta la notizia
Questa notizia ha ricevuto 4 commenti
Questa notizia e' stata letta 2619 volte

Indietro

Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere
Categoria: Generiche

''Il passaggio a livello sarà eliminato''

La promessa del sindaco

Dopo la soppressione dei passaggi a livelli di Davoli, S. Sostene, Isca, Badolato e S. Caterina, con la realizzazione di sottopassi ferroviari e pedonali, potrebbe essere il 2017 l’anno decisivo per scrivere la parola fine dello scottante problema della soppressione del passaggio a livello di Guardavalle Marina, unica struttura nei comuni del Basso Jonioad aver “resistito” al programma di soppressione delle Ferrovie. ll sindaco Pino Ussia, ha confermato che sono in atto trattative con le Ferrovie dello Stato pertrovare la soluzione, più idonea per garantire sicurezza ai cittadina. «Nel 1998 - ha precisato il sindaco - fu redatto un progetto da parte delle Ferrovie dello Stato che, dopo un’approfondita discussione non venne condiviso. La pratica è rimasta nel cassetto, nonostante i diversi solleciti delle Amministrazioni che si sono succedute alla guida della cittadina jonica. La mia amministrazione addirittura ha inoltrato formalmente ben due inviti ad Rfi (Rete ferroviaria italiana) affinchè risolvesse il problema». L’attuale passaggio a livello si trova nel centro abitato e a pochi metri della Statale jonica 106. Per il sindaco «I pericoli esistono, sia per gli abitanti, che per il traffico, considerando che pedoni e automobilisti son obbligati ad attraversare il passaggio a livello per raggiungere la zona a mare sotto ferrovia. La zona interessata è cruciale per la mobilità del paese e, inoltre, devo sottolineare che, purtroppo, in quel punto si sono verificati anche incidenti gravi e alcuni mortali». Adesso l’amministrazione comunale ha deciso di stringere i tempi. Infatti è allo studio una nuova progettazione ed evitare ulteriori disagi alla popolazione. «Nel 98 - ha sottolineato il sindaco - l’Amministrazione assieme ai partiti, si schierò contro il progetto redatto dalle FS, che prevedeva la traslazione del varco sulla strada ferrata dall’attuale sito a circa cento metri di distanza in direzione Reggio Calabria e che prevedeva un sottovia e la costruzione di una passerella pedonale. Si trattava di un progetto calato dall’alto che non è stato condiviso poiché avrebbe innanzitutto causato lo sventramento della zona centrale, il cuore pulsante del corso cittadino». Qualche anno dopo, nel 2010 il sindaco Antonio Tedesco sollecitò Rfi ad un incontro per affrontare il problema. «Oggi - ha concluso Ussia - la mia amministrazione ha riformulato la proposta. Abbiamo ripreso i contatti, ed evidenziamo che l’obiettivo è quello di attingere alle risorse comunitarie 2014-2020 per eliminare un passaggio a livello, che ostacola lo sviluppo omogeneo del territorio ed, in particolare, dell’area del lungomare».

Fonte: Il Quotidiano - Franco Laganà
09-01-2017 @ 08:13

Commenti ricevuti: 4


Accedi per vedere i commenti e partecipare a questa discussione!
Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati


Per poter commentare una notizia devi effettuare il login.
User: 
Password: 

Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati!