La provinciale 43 è un pericolo - Guardavalle online

La denuncia dei sindaci di Guardavalle, S. Caterina e Badolato

Guardavalle On Line - Immagini e notizie dalla Calabria - Guida al Turismo

Accesso non effettuato.
Commenta la notizia
Questa notizia ha ricevuto 6 commenti
Questa notizia e' stata letta 961 volte

Indietro

Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere
Categoria: Trasporti

La provinciale 43 è un pericolo

La denuncia dei sindaci di Guardavalle, S. Caterina e Badolato

Tre sindaci dei comuni di Guardavalle, Pino Ussia, Badolato, Nicola Parretta, S, Caterina dello Jonio, Pino Leto, protestano per la gravissima situazione della s provinciale 43, che collega i tre paesi del Basso jonio soveratese alle serre Calabresi. E hanno inviato una lettera, chiedendo un incontro al commissario straordinario della Provincia di Vibo Valentia, Mario Ciclosi, e per conoscenza al deputato Bruno Censore e a Nazareno Salerno, assessore regionale. «L'impossibilità di percorrere la strada provinciale SP43 che dai Comuni dell'alto soveratese Badolato, Santa Caterina, Guardavalle - porta a quelle delle Serre calabresi - Brognaturo, Spadola, Simbario, Serra San Bruno e altri , ha cancellato quel turismo che c'era e provocato danni economici a tutto il territorio delle piccole realtà locali collegate. Se è vero che il petrolio della Calabria è il turismo, qui da noi le risorse anziché sfruttarle vengono abbandonate per incapacità e incuria di una classe dirigente poco attenta ai bisogni del territorio. Si pensi che fino a qualche anno fa durante l'estate gli autobus pieni di bagnanti dalle zone delle Serre percorrevano questa strada (la più corta e conveniente)per scendere trascorrere le giornate al mare nelle spiagge del litorale ionico; oggi non si vede più un'anima. Tutti gli sforzi per la riqualificazione di questo territorio risultano vani e inutili perché le vie di comunicazione sono nell'abbandono più totale con strade dissestate che ricordano la guerra del 1915- 1918. Non è più procrastinatile un intervento da parte della Provincia, della Regione, dello Stato per la loro sistemazione. Siamo decisi ad intraprendere forti iniziative di lotta coinvolgendo tutti i cittadini del territorio pur di arrivare alla risoluzione del problema». I tre sindaci chiedono un incontro urgente per conoscere eventuali provvedimenti adottati o iniziative da intraprendere. Ai deputati calabresi chiedono un loro interessamento presso il Parlamento Italiano e la Regione Calabria. I sindaci dei tre comuni, Guardavalle, S. Caterina, Badolato, si sono fatti interpreti delle continue proteste dei numerosi turisti che nel periodo estivo alloggiano negli alberghi, villaggi turistici, campeggi del basso jonio soveratese, per cui gli operatori turistici, per venite incontro ai turisti. organizzano escursioni per Serra S. Bruno con pullman. La disastrosa rete viaria non consente, ai mezzi di raggiungere le Serre Calabresi. Numerosi cittadini hanno denunciato i danni dei propri mezzi a causa delle continue buche e voragini della rete stradale. Inoltre, essendoci nella zona interessata, "La Lacina" una diga, meta, di visitatori, e nelle vicinanze dei comuni di Brognaturo e Spadola, una struttura alberghiera, la stessa viene penalizzata in quanto molti matrimoni e manifestazioni sono state annullate, perche' i pullman rischiano notevoli danni. In passato i proprietari della struttura alberghiera, avevano lamentato anche la precarietà della rete stradale che collega l'albergo con l'aeroporto di Lamezia.

Fonte: Il Quotidiano
12-11-2013 @ 11:02

Commenti ricevuti: 6


Accedi per vedere i commenti e partecipare a questa discussione!
Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati


Per poter commentare una notizia devi effettuare il login.
User: 
Password: 

Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati!