Referendum, D'Alema E Berlusconi capeggiano la proposta trasversale del No - Guardavalle online

Prima, seconda e terza repubblica riunite dal Líder Massimo: «Se vince il No tagliamo deputati e senatori».

Guardavalle On Line - Immagini e notizie dalla Calabria - Guida al Turismo

Accesso non effettuato.
Commenta la notizia
Questa notizia non ha ricevuto nessun commento
Questa notizia e' stata letta 161 volte

Indietro

Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere
Categoria: Generiche

Referendum, D'Alema E Berlusconi capeggiano la proposta trasversale del No

Prima, seconda e terza repubblica riunite dal Líder Massimo: «Se vince il No tagliamo deputati e senatori».

Un grande rendez vous del fronte del No al referendum, grazie all'iniziativa di Massimo D'Alema e Gaetano Quagliariello, che hanno messo insieme una platea trasversale, da Gianfranco Fini a Paolo Cirino Pomicino, fino a Pippo Civati, per lanciare la loro proposta. Il Pse, Jp Morgan, Merkel, l’ambasciatore Usa in Italia “dovrebbero farsi gli affari loro sul referendum”, dice Massimo D’Alema, ormai paladino della campagna del no.Frasi che sollevano un polverone a Bruxelles nel Pse, ufficialmente schierato per il sì al referendum.l Pd in Europa è nel PSE,e D'Alema non ricorda nemmeno questo per l' astio nei confronti del Premier.La lucidità di D'Alema?
Evidentemente assente visto che lo stesso parla della riforma della costituzione come "accentratrice di poteri" quando D'Alema si era accordato con Berlusconi per il semipresidenzialismo e la facoltà del presidente di sciogliere le camere a piacimento. Qui la lucidità manca sia a D'Alema, sia a chi con la memoria non riesce nemmeno a tornare indietro al 1997. D'Alema è lucido solo quando si tratta di fare trame di palazzo per aumentare il suo potere. Il segretario del PSE forse non conosce la storia e tutti gli intrighi politici di D'Alema... governi fatti cadere per la sua ambizione a sostituirli...inciuci con il suo amico berlusca a tenere ingessato il paese per anni e dargli modo di crescere in maniera esponenziale nel suo business. Parla di arroganza di Renzi... ma lui lo è stato, e continua ad esserlo, di gran lunga più arrogante e fumoso... Ci scommetterei che se Renzi proponesse di votare No al referendum il venditore di fumo D'Alema e tutti i conservatori che lo assecondano da destra a sinistra, proporrebbe di votare SI... questo ad affermare la sua invidia, come lui anche altri all'interno del PD, nei confronti dell'attuale Primo Ministro che bene o male cerca di smuovere questa povera Italia. Chi vota No non vuole proprio pensare ai propri figli e a tutti quei giovani che per giochi di potere di questa politica scandalosamente conservatrice non è in grado di dare risposte ai problemi che li affliggono perché sempre attenta al proprio business e mai ai veri problemi degli Italiani tutti.
25-10-2016 @ 15:53

Autore: fenice2


Commenti ricevuti: 0


Accedi per vedere i commenti e partecipare a questa discussione!
Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati


Per poter commentare una notizia devi effettuare il login.
User: 
Password: 

Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati!