Debito idrico, il comune definisce le pendenze con Sorical e Regione - Guardavalle online

Ok al piano di rientro relativo all'esercizio potabile 1981-2004

Guardavalle On Line - Immagini e notizie dalla Calabria - Guida al Turismo

Accesso non effettuato.
Commenta la notizia
Questa notizia non ha ricevuto nessun commento
Questa notizia e' stata letta 664 volte

Indietro

Dimensione caratteri Diminuisci le dimensioni del carattere Reimposta le dimensioni del carattere Aumenta le dimensioni del carattere
Categoria: Generiche

Debito idrico, il comune definisce le pendenze con Sorical e Regione

Ok al piano di rientro relativo all'esercizio potabile 1981-2004

È stata rinnovata la convenzione fra Comune di Guardavalle e Sorical per quanto riguarda la somministrazione dell'acqua per usi potabili. L'ente municipale guidato dal sindaco Giuseppe Ussia ha compiuto il passo alla luce di mutate esigenze nella fornitura e per meglio definire i pagamenti e, soprattutto, il rientro dai debiti finora accumulati con la società che gestisce gli acquedotti regionali. I nuovi accordi prevedono una fornitura pari a 4,20 litri al secondo a fronte di un canone annuale di 48.794,94 euro iva esclusa. La convenzione prevede anche una deroga "balneare" agli articoli che stabiliscono la fornitura e i relativi importi che l'ente si impegna a pagare appunto durante il periodo estivo, dall'1 luglio al 31 agosto: in questo caso sarà infatti fatturato un importo corrispondente a un consumo di dieci litri al secondo, per via del considerevole incremento dell'utenza, dovuto alla considerevole presenza di villeggianti. Nella nuova convenzione è anche stato definito il piano di rientro dal debito che il Comune di Guardavalle ha accumulato nei confronti di Sorical: a tutto il secondo semestre 2016 l'ente risultava debitore di 668.629,13 euro, inclusi interessi e altre spese. Con il nuovo accordo, la società ha accettato di abbuonare interessi di mora per quasi 60mila euro, a condizione del rispetto delle varie scadenze, rinviando poi la riscossione di un altro credito per 89mila euro, riguardante la fornitura resa al 31 dicembre 2013, a un successivo atto comunale. E nel corso delle trattative fra l'ente e la società sono stati concordati altri aggiustamenti, a storno di fatture relative alle annualità 2014, 2015 e 2016, per quasi 200mila euro. Nel complesso, così, il credito residuo della Sorical è stato definito in 271.578,55 euro (più ventunomila di iva), da pagare secondo precise scadenze il cui rispetto è a garanzia degli storni concordati. Ma quello appena approvato dalla giunta Ussia non è l'unico atto relativo al servizio idrico e, soprattutto, al suo impatto sulle finanze in cono di riequilibrio. Infatti, l'amministrazione guardavallese risultava tra quelle morose nei confronti della Regione per le somme non pagate relative al servizio idropotabile fornito tra il 1981 e il 2004 (anno nel quale è poi subentrata la Sorical): il debito complessivo dell'ente ammontava a 1.970.919,74 euro. Un dato emerso in seguito alla ricognizione straordinaria dei residui attivi del bilancio regionale effettuata dal dipartimento lavori pubblici dell'ente intermedio, che ha portato alla luce un credito di centinaia di milioni di euro che la Regione potrà riscuotere dai Comuni morosi. Nasce da qui la decisione dell'amministrazione Ussia di accettare la proposta di procedere alla definizione di un piano di rientro per estinguere la pendenza. Venti sono state le annualità definite, per un importo di 98.545,99 euro ciascuna da corrispondere entro il 31 dicembre di ogni anno fino al 2035. Un piano che comunque potrebbe anche subire qualche variazione, alla luce delle osservazioni fatte dal Comune sull'entità reale del debito, tanto da ottenere dal-la Regione l'impegno a una quantificazione definitiva del debito residuo entro l'esercizio 2017.

Fonte: Gazzetta del Sud - Francesco Ranieri

07-01-2017 @ 16:52

Commenti ricevuti: 0


Accedi per vedere i commenti e partecipare a questa discussione!
Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati


Per poter commentare una notizia devi effettuare il login.
User: 
Password: 

Se non sei in possesso dei dati necessari, registrati!