giovedì , 24 agosto 2017
Home / Guardavalle / Flora e fauna

Flora e fauna

Guardavalle presenta una grande varietá di ambienti naturali. La fascia costiera e delle fiumare basse è costituita da macchia mediterranea; macchia mista, in quanto spesso vi fanno apparizione specie non tipiche frammiste di alberelli e arbusti sempreverdi che rappresentano in varie zone una vera e propria vegetazione di sostituzione agli interventi antropici. Nelle vallate e nelle zone umide, e in terreni alluvionali si incontrano pioppi, canneti, l’elicriso, l’equiseto, macchie di rovi, cardi, una variet� molto particolare di oleandri con fiori dal rosa intenso, ed altri elementi tipici dei valloni. Sui costoni si possono notare tipiche forme di vegetazione rupicola che bene si presta, a quelle condizioni di siccitá e di esposizione ai venti (ponente e tramontana). La ginestra spinosa, la ginestra odorosa, le felci, l’erica, il lentisco, il sommacco, ecc., formano un tappeto erboso ideale per il pascolo.
I boschi, composti prevalentemente da querce sempreverdi, sughereti, lecci, ontani e robinie, rappresentano una buona percentuale del territorio. Un discorso a parte meritano i boschi di castagno da legno e da frutto che coprono ampie superfici anche declivi scoscesi. Tali colture agrarie insieme agli agrumeti delle vallate, agli uliveti, ai vigneti, ai frutteti misti ed alla cerealicoltura hanno dato fonte di sostentamento di intere generazioni.
La fauna trova tra i carnivori il gatto selvatico, la donnola e la volpe; tra gli erbivori la lepre, il coniglio, l’istrice; tra i roditori il ghiro e il riccio (dai movimenti notturni). I rettili sono rappresentati in massima parte da lucertole, dal biacco e da bisce d’acqua.
Lungo i torrenti e nelle zone umide è facile imbattersi in esemplari di trote, di dimensioni e colori variabili, e in una moltitudine di girini accompagnati nelle ore notturne dal gracchiare delle rane e granchi d’acqua dolce, che di tanto in tanto fanno capolino sotto le pietre alluvionali.
Più ricca e variegata si presenta la categoria degli uccelli; corvi reali, cornacchie, gazze ladre, il barbagianni, la civetta, la poiana, il gufo comune, sono facilmente avvistabili a quote non elevate e sui declivi verso la fiumara. Mentre la macchia e il bosco sono l’habitat ideale del merlo, delle varie specie di picchio, cuculo, pettirosso, scricciolo cinciallegra, allodola ecc.. Molte altre specie si avvistano durante il passo primaverile ed il passo autunnale.

Testo fornito dalla Proloco di Guardavalle

X