venerdì , 20 ottobre 2017
Home / Politica / In corsa anche il terzo incomodo Pd come primo cittadino di Guardavalle

In corsa anche il terzo incomodo Pd come primo cittadino di Guardavalle

Insitenti le voci sull’ex coordinatore del circolo locale Ezio Lancellotti


È in pieno fermento la politica guardavallese in vista delle elezioni amministrative 2018, mentre si compone il mosaico delle alleanze per la costruzione delle liste che concorreranno alla conquista del Municipio. Secondo gli ultimi aggiornamenti sul panorama politico locale, sarebbero tre gli schieramenti pronti a darsi battaglia all’ultimo voto per il rinnovo della carica di sindaco e del consiglio comunale. Confermata la ricandidatura dell’uscente Pino Ussia, in quota Pd e ventilata l’ipotesi sempre più concreta della composizione di un’inedita coalizione a più anime, frutto di un’alleanza trasversale tra Forza Italia e pezzi di Pd e Udc, con in testa l’ex capogruppo del Pd in Consiglio Antonio Tedesco, si fa strada l’indiscrezione che all’orizzonte si profilerebbe una terza lista, pronta ad insidiare la scalata di Ussia e Tedesco alla massima carica cittadina. La terza lista dovrebbe essere il risultato del dialogo in corso fra ex sindaci, ex amministratori comunali, ex e attuali dirigenti dei partiti locali, che scaldano i motori per scendere nell’agone politico. Negli ambienti politici, infatti, si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero a capo del terzo schieramento l’ex coordinatore del circolo locale del Pd Ezio Lancellotti, candidato in contrapposizione ad Ussia e Tedesco. Una terza lista che aspirerebbe ad intercettare persone pronte a creare un’alternativa all’insegna di requisiti come capacità, preparazione, profes-sionalità in chiave antidemagogica e antipopulistica, gettando le basi per lo sviluppo del territorio ed il miglioramento dei servizi ai cittadini. Insomma, stando agli ultimi sviluppi, ci sono tutte le premes-se per una campagna elettorale incandescente che, alla luce delle indiscrezioni che segnano la fase preparatoria, vedono un Partito democratico smembrato in tre, con la presenza in campo dell’ex coordinatore cittadino Lancellotti, dell’ex capogruppo Pd in consiglio Tedesco e del sindaco Ussia che attende l’investitura ufficiale del parti-to, quale candidato Pd alle pros-sime elezioni. Ma dai big del Pd ancora nessuna uscita ufficiale per consolidare la posizione di Ussia, dopo lo strappo maturatosi in Consiglio e nella dirigenza locale con le dimissioni da capogruppo di Tedesco e il suo avvicinamento politico a Forza Italia e Udc, rappresentati in consiglio da Nicola Montepaone e Antonio Purri.

Fonte: Gazzetta del Sud – (Ie.va.)

Leggi anche

Pezzi di PD in schieramenti opposti per fare fronte contro Pino Ussia

Tedesco e Montepaone prima contrapposti ora possibili alleati Primi movimenti politici in vista delle prossime …

X