giovedì , 24 agosto 2017
Home / Politica / Non è mai troppo tardi

Non è mai troppo tardi

Finalmente un manifesto di Forza Italia, non intriso di veleni contro gli amministratori ed in particola re contro il Sindaco, ma che tenta di fare una analisi, seppure superficiale ed errata, a nostro giudizio, della situazione politica in Guardavalle. Non ci risulta nessuna occasione in cui il gruppo consiliare si sia diviso, cosa chiarita direttamente dal capogruppo Dott. Antonio Tedesco, nel manifesto di risposta, manifesto che il circolo P.D. di Guardavalle condivide pienamente. Dalla Constatazione, Corretta ” dell’ultimo dei comunisti purtroppo ancor a seduto tra i banchi del consiglio comunale” bisogna togliere il “purtroppo”. È un onore per il Consiglio avere un uomo di tradizioni Comuniste che tante battaglie ha fatto per il progresso di questo nostro paese. Altri hanno girato le sette chiese con l’unico obiettivo di conservare il potere, un potere fine a se stesso, un potere che nulla ha a che vedere con gli interessi della collettività Guardavallese. Nel manifesto di Forza Italia “La verità presto verrà a galla”, manca una analisi politica intellettualmente onesta della realtà Guardavallese. La frase fatta “fallimento di questa amministrazione” lascia il tempo che trova se non ci si spinge in una puntuale individuazione dei problem i con volontà politica di affrontarli. Abbia mo inutilmente tentato di coinvolgere in una discussione serena le opposizioni, abbiamo ricevuto solo ricorsi e offese. Facile elencare i bisogni della no stra collettività, molto più oneroso attivarsi per risolverli, da qualsiasi posizione ci si trovi, maggioranza o opposizione. Difficile analizzare serenamente i problemi quando si lavora per il tanto peggio tanto meglio, quando si perseguire una logica “ricorsara”, con continue denunce. Questa amministrazione non intende addebitare alcuna colpa delle cose non fatte alla precedente amministrazione. Una seria analisi non può, però, prescindere dalle condizioni in cui ci siamo trovati a governare e dei danni causati d alla amministrazione Arch. Giuseppe Tedesco. Primo fra tutti la dichiarazione di dissesto a seguito d ella delibera di giunta Tedesco-Purri. Delibera 43 del 10 maggio 2012 in cui la giunta al completo approva l’atto che predispone il dissesto finanziario del comune, dissesto poi deliberato dal commissario prefettizio. A nulla sono valse le richieste del P D, allora opposizione, di revocare tale sciagurata delibera. Ci siamo spinti, per senso di responsabilità, fino alla richiesta di ritiro delle dimissioni dell’allora Sindaco per consentire la rettifica della delibera di giunta. Pur di evitare il dissesto abbiamo offerto la nostra collaborazione, questo significa lavorare per il bene del paese. Abbiamo fatto ricorso al TAR contro la dichiarazione di dissesto perché immaginavamo i disastri che avrebbe creato. Ancora non capiamo per quale motivo la maggioranza di centro destra ha costruito caparbiamente il dissesto finanziario del nostro comune. Oggi a cinque anni di distanza ne paghiamo ancora le conseguenze. Non cerchiamo scuse per le cose non fatte da questa amministrazione, onestà intellettuale vuole che gli siano riconosciuti anche i tanti ed annosi problemi risolti, primo fra tutti la raccolta differenziata. Ben venga questa nuova disponibilità di Forza Italia di discutere dei problemi del Paese, noi non ci siamo mai sottratti, riteniamo utile p er il Paese un confronto sereno di idee per lo sviluppo di Guardavalle.

Guardavalle 22/7/2017
Circolo P.D. Guardavalle

Leggi anche

CON INSINUAZIONI NON VERITIERE, CON POLEMICHE DI BASSO PROFILO NON SI VA DA NESSUNA PARTE

Ho letto il documento diffuso da Forza Italia dal titolo: “LA VERITÀ PRESTO VERRÀ A …

X