venerdì , 22 settembre 2017
Home / Manifestazioni ed Eventi / Taglio del nastro al Centro diurno

Taglio del nastro al Centro diurno

Molto partecipato l’inaugurazione nel centro storico di Gurdavalle, del Centro Diurno Aggregazione Sociale intitolato allo scomparso presidente Nicola Fiorenza. I protagonisti della manifestazione sono stati gli alunni della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo ”Moro”, e gli anziani del centro sociale. Un lungo corteo partito dal piazzale della scuola, ha attraversato le vie cittadine, portando ”La sciarpa della Pace” lunga 20 metri. Tema dell’inaugurazione “Sul filo della cultura per non perdere la memoria”. Un lungo applauso e l’inno d’Italia hanno fatto da cornice alla scoperta della targa dedicata a Fiorenza, da parte del residente Nicola Geracitano, a seguire il taglio del nastro da parte di due alunni della scuola elementare, e la visita del Centro, con locali moderni: cucina, bar, palestra, ambulatorio medico, sala convegni. Nel suo intervento il presidente Geracitano, emozionatissimo, ha ripercorso le tappe del Centro, ricordando la figura di Fiorenza, il suo forte impegno, la sua umanità, la determinazione per aiutare i ceti più deboli, favorire l’aggregazione sociale. Il presidente, ha illustrato anche i progetti e i concorsi realizzati in sinergia con la scuola. «Lavoriamo per un futuro sostenibile – ha precisato Geracitano – e protagonisti sono gli alunni, con obiettivo di valorizzare la creatività, l’espressività i saperi degli anziani. Ma anche per migliorare la qualità della vita delle persone diffondere la cultura della solidarietà». Il sindaco Pino Ussia, ha portato il saluto della città, ribadendo la piena disponibilità dell’amministrazione verso le attività del Centro. «Le due aree esterne al centro – ha detto Ussia – saranno migliorate grazie ad un finanziamento regionale. Propongo al centro di organizzare pranzi giornalieri per le categorie più bisognose che vivono da sole». Molto qualificato l’intervento di Antonio Marincola – Presidente Fondazione Marincola – Politi di Soverato, che ha dato la piena disponibilità di collaborazione della sua fondazione. Ha evidenziato la necessità di incentivare l’istituzione all’interno del Centro di un ambulatorio medico al servizio degli anziani, collegato con i medici di base.Molto articolati gli interventi di Giulianna Musci – Presidente Provinciale Auser, di Brunella Stancato – Presidente Regionale Senior Italia Calabria, Valerio Mazza – Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “A. Moro”. che per le proprie competenze hanno valorizzato l’attività del Centro, e il ruolo importante che svolge sul territorio. Nelle conclusioni l’on. Federica Roccisano – Assessore Regionale Politiche Sociali e Lavoro – ha avuto parole d’elogio per il ruolo che svolge il Centro. «La Regione – ha assicurato – sarà vicina a sostenere le vostre attività. Attività sociali, che vanno nella direzione di aiutare i ceti più deboli». Molto emozionante l’intervento di Ester Montepaone, nipote dell’ex presidente Fiorenza, che ha ricevuto una targa ricordo, e che a nome della famiglia ha ringraziato il Centro per l’intitolazione dando lettura di un lettera a firma della moglie Elvira, della figlia Carmela e dei nipoti Gabriella, Luca e Giorgia, impossibilitati ad essere presenti. Lettera in cui venivano ricordate le sue doti umane di marito, padre e nonno, per la sua generosità, onestà, umiltà, caparbietà. «Doti queste ha detto Montepaone – che hanno caratterizzato e contraddistinto il suo attivismo nel campo sociale e nelle attività d’aggregazione». La manifestazione si è conclusa con la premiazione delle classi che hanno partecipato al concorso. Molto apprezzato il buffet preparato dalle donne del Centro con specialità della cucina guardavallese.

Fonte: Il Quotidiano – Franco Laganà

Leggi anche

IMPRENDIBILE RONDELLO! VINCE ANCHE QUEST’ANNO ‘IL PALIO DEL CIUCCIO’

Entusiasmo e partecipazione all’Agriturismo Fassi di Guardavalle per un evento che si è rivelato una …

X