Veicoli non assicurati, Montepaone guida la black list

L’evasione è stata rilevata con picchi diversi su tutto il territorio italiano e riguarda quei cittadini non in regola con l’assicurazione degli autoveicoli. Un fenomeno conosciuto ma la cui portata è stata per molto tempo sottovalutata. A livello nazionale la quota dei veicoli non assicurati si attesta intorno al 13% e sembra celare qualcosa in più che un semplice tentativo di eludere un pagamento obbliga-torio, aprendo lo scenario ad un vero e proprio mercato di intestazioni fittizie di autoveicoli da usare anche scopi criminali. Tra le curiosità emerse a seguito della pubblicazione degli open data del parco dei veicoli circolanti in Italia, resi noti dalla motorizzazione, vi è quella legata ai dati della provincia di Catanzaro che testimonierebbero come la percentuale dei veicoli circolanti senza RCA arriverebbe a toccare il 23%. La bandiera nera tra i comuni della provincia è assegnata al centro di Montepaone che si colloca al primo posto della poco edificante classifica a livello provinciale con il 27,63% dei veicoli non assicurati, seguito da Gagliato con il 25,51% dei veicoli, Guardavalle con il 24, 15 %, Isca sullo Jonio 23,77, Marcedusa con il 23, 38%, Gizzeria 22,82%, Cardinale 22, 78%, Torre di Ruggero 22,68%. I dati sono aggiornati al mese di febbraio 2017 e sono tratti dall’archivio nazionale nel quale ciascun veicolo viene inserito nel momento in cui vie-ne immatricolato per la prima volta in Italia. I dati sulle coperture assicurative sono stati invece ricavati dall’Ania l’associazione delle assicurazioni che ha il compito di trasferirli alla motorizzazione. Un fenomeno quello dei veicoli non assicurati che non sembra arrestarsi nonostante l’inasprimento delle sanzioni che dal 2016 prevede per i trasgressori non solo il pagamento del verbale stradale elevato dalle forze dell’ordine ma anche l’obbligo di una riattivazione tempestiva della polizza obbligatoria, pena la confisca del veicolo. In questo caso per proprietario del veicolo non è prevista la possibilità di il beneficiare neppure dello sconto del 30% sull’importo della sanzione qualora intenda pagarla nei primi 5 giorni. Le sanzioni possono variare da 700 euro a 3000 euro.

Fonte: Gazzetta del Sud (sasam.)
http://www.raiplay.it/video/2017/05/Caro-Marziano-adefeb3b-7a6c-452c-a615-385011c4370b.html

Commenti
Loading...
X