Due autovelox sulla statale 106

Saranno due gli autovelox posizionati sulla statale 106 jonica nel comune di Montepaone. È stato infatti appaltato il servizio per la fornitura a noleggio con manutenzione ordinaria e straordinaria di due dispositivi in sede fissa per il rilevamento automatico della velocità. La gara è stata esperita mediante procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’impresa risultata vincitrice e quindi aggiudicataria del servizio è stata la “Beta Professional Consulting” con sede legale a Montalto Uffugo (Cs). Questi dispositivi, una volta a regime, in sede fissa, serviranno al rilevamento automatico delle violazioni all’art. 142 del codice della starada e servizio completo di gestione e riscossione volontaria e coattiva delle sanzioni amministrative derivanti da violazioni alle norme del codice della strada commesse da veicoli di cittadini italiani o stranieri. Si cerca così di limitare la velocità eccessiva sulla statale 106 jomica. Difatti, nonostante i limiti e i segnali, l’alta velocità è spesso causa di incidenti anche mortali. Ma di questo strumento se ne potranno beneficiare anche le casse comunali, con introiti da non sottovalutare. L’autovelox è uno degli apparecchi più temuti, e in alcuni casi meno conosciuti, da tutti gli automobilisti attivi; è un congegno in grado di rilevare il superamento dei limiti di velocità in un dato tratto stradale, documentandolo fotograficamente. Questi congegni sempre più sofisticati sono nati con lo scopo di tutelare ed incrementare la sicurezza stradale. Gli intenti positivi della presenza di autovelox su strada sono piuttosto chiari a tutti: gli automobilisti vengono educati al rispetto dei limiti di velocità, con la conseguente diminuzione dei sinistri dovuti alla trasgressione del codice stradale.

Fonte: Il Quotidiano – Gianni Romano

Commenti
Loading...
X