L’Associazione Punta Stilo organizza la 4^ Fiera eno-gastronomica

Non mancate alla 4^ fiera enogastronomica, per la valorizzazione dei prodotti locali e del territorio, organizzata dall’Associazione Punta Stilo il 3 agosto 2018 in Piazza Carmine nella fantastica cornice del Borgo di Guardavalle Superiore. Serata dedicata alla degustazione di prodotti biologici locali allo scopo di valorizzare e promuovere quanto di meglio c’è in Calabria. Il tutto accompagnato da ottima musica, buon vino e birra artigianale. Inoltre verra’ presentato in anteprima assoluta il primo spumante calabrese da uva Guardavalle. Spazi dedicanti anche ai bambini.

PROGRAMMA Dalle 18.00

  • ARSAA Associazione per il Recupero Storico Artistico Architettonico vi guiderà in un itinerario tra le vie del borgo di Guardavalle, tra Palazzi, Chiese e Architettura minore (COSTO 3 EURO A PERSONA)
  • Due giovani artigiane di Davoli organizzano laboratori di
    • creazione gioielli (COSTO 5 EURO A PERSONA)
    • decorazione ceramiche (COSTO 10 EURO A PERSONA) per i bimbi dai 6 ai 99 anni
  • Stand prodotti agricoli e artigianali

AFFRETTATEVI A PRENOTARE I POSTI PER LA VISITA GUIDATA AL BORGO DI GUARDAVALLE O AI LABORATORI

Dalle 20.00

  • Degustazione piatti e prodotti tipici del territorio
  • Degustazione in antemprima assoluta dello spumante Guardavalle. Scopri il progetto di raccolta fondi per il recupero del vigneto Guardavalle nel suo territorio di origine https://www.puntastilo.com/progetto-guardavalle
  • Ottima birra alla spina con il Birrificio J4 di caulonia
  • vino biologico della Azienda Agricola Cosimo Murace
  • accompagnamento musicale con i Valen-Time Project e incursioni dei due jazzisti di fama internazionale Ella e Ingolf Burkhardt

RIFFA CON RICCHI PREMI

I biglietti della riffa possono essere acquistati in loco o sul sito dell’Associazione all’indirizzo https://www.puntastilo.com/pagina-prodotti/biglietto-finanziamento-associazione Il costo è di euro 2,50 e danno diritto ad 1 euro di sconto da usufruire negli stand durante la serata. I premi in palio sono

  • primo premio: n°2 quote di vigneto
  • secondo premio: n°1 quota di vigneto
  • terzo premio: un buono spesa di 40 euro da usare nella sezione shop del sito www.puntastilo.com
  • quarto premio: un cesto di prodotti dell’associazione
  • quinto premio: una bottiglia di spumante guardavalle

ASSOCIAZIONE PUNTA STILO: LA STORIA DELLA REALIZZAZIONE DI UN SOGNO

Oggi più che mai l’esigenza di sapere cosa si mangia è diventata una priorità, sia per la tutela della salute e dell’ambiente che per la riscoperta di sapori perduti.

Le terre calabresi erano ricchissime di varietà adattate nei secoli ai luoghi, resistenti alle avversità e dai sapori unici.

Un drammatico impoverimento del patrimonio genetico delle specie agricole è stato messo in atto da grandi ditte sementiere che promuovono piante ad alta resa anche attraverso la modificazione genetica.

Fortunatamente molti agricoltori e consumatori si sono accorti che dietro la promessa di alte produzioni si nasconde la fregatura di avere piante poco resistenti che necessitano quindi di continui trattamenti attraverso i quali si sono persi i veri sapori.

L’Associazione Punta Stilo è impegnata nella realizzazione di una rete di aziende agricole biologiche calabresi che possa garantire una filiera di produzione controllata in tutte le sue fasi per poi poter arrivare al consumatore finale direttamente senza intermediari.

Punta Stilo è il nome della località da cui è partito il progetto dell’Associazione.

Una zona che qualcuno ha definito “terra di mezzo”, una sorta di terra di nessuno. In parte è vero perché molti sono andati via e intere aree sono abbandonate e dove le persone hanno timore di investire perché l’opinione diffusa è “tanto qui non si può fare nulla”.

L’ambizioso progetto è quello di far emergere un’altra immagine della Calabria: producendo secondo il metodo biologico, nel rispetto dell’ambiente e dei lavoratori.

Oltre a monitorare in tutte le sue fasi i processi di produzione l’associazione garantisce che anche la materia prima sia effettivamente prodotta in Calabria perché, purtroppo, molti dei prodotti calabresi che si trovano in giro hanno poco di calabrese.

L’obiettivo è di ridare una speranza a chi vuole

  • vivere del proprio lavoro senza dover emigrare
  • rimettere in produzione pezzi di terreni che da troppi anni sono abbandonati.
  • far vivere la propria azienda nonostante la politica, la criminalità e il sistema finanziario
  • recuperare produzioni come quelle delle fibre naturali (ginestra, canapa, lino, ecc.) e di antichi frutti e ortaggi

Creando un sistema in cui tutti siamo partecipi di ciò che si farà, dove possiamo sapere con certezza da dove viene e come è fatto quello che stiamo comprando. Una sorta di grande comunità in cui verrà tutelato sia chi produce che chi acquista, evitando inutili intermediari e costi.

Ma l’Associazione Punta Stilo non vuole limitarsi al campo della vendita di prodotti agricoli: occorre anche tutelare e valorizzare il territorio in cui ci troviamo.

Vi sono molti luoghi, di valore storico e ambientale enorme, abbandonati a se stessi, con il rischio di finire in mano di qualche “speculatore”.

Per questi motivi tra le aziende associate ci sono anche strutture turistiche, ristoranti e splendidi agriturismi con fattorie didattiche che offrono esperienze educative in un contesto rurale e ambientale unico, oltre a escursioni in montagna, nei borghi e nei siti archeologici.

Per avere maggiori informazioni cerca Associazione Punta Stilo si Facebook e Instagram o vai direttamente al sito www.puntastilo.com

 

 

 

 

[pdf-embedder url=”http://www.guardavalle.net/golw/wp-content/uploads/2018/07/Comunicato-3-agosto.pdf” title=”Comunicato 3 agosto”]

Commenti
Loading...
X