Passaggio a livello, l’iter va avanti

Uno degli ultimi atti della giunta comunale uscente riguarda l’approvazione dello studio di fattibilità relativo alla soppressione del passaggio a livello che si trova a Guardavalle marina, per la realizzazione di opere sostitutive. Una vicenda che si trascina da circa vent’anni e che, oggi, potrebbe arrivare ad una risoluzione. La Rete Ferroviaria Italiana, infatti, ha comunicato all’ente la chiusura del passaggio a livello ferroviario che attualmente consente l’accesso al lungomare. Diversi sono stati gli incontri che si sono tenuti fra l’amministrazione comunale e i rappresentanti delle Ferrovie italiane sia nella sede di Reggio Calabria che al dipartimento Lavori pubblici della Regione Calabria, con l’obiettivo di trovare delle soluzioni progettuali adeguate, per poter garantire l’accesso al lungomare sia pedonale che carrabile, in modo da evitare disagi alla popolazione. A seguito dei vari incontri, è stato, quindi, concordato che il Comune predisponesse uno studio di fattibilità tecnica ed economica da utilizzare come base per la futura progettazione dell’alternativa al passaggio al livello. La Regione Calabria, infatti, ha stanziato delle somme per la soppressione dei passaggi a livello, nell’ambito dell’accordo stipulato con la Rfi per l’ammodernamento della linea ferroviaria ionica per un investimento complessivo di oltre 500 milioni di euro. L’ufficio tecnico, con il supporto di tecnici esterni all’amministrazione, ha, quindi, elaborato una proposta progettuale per la soluzione ideale da proporre alla Regione Calabria e di conseguenza a RFI, per continuare a garantire l’accesso al lungomare, senza creare disagi alla popolazione. Lo studio prevede la realizzazione di un sottopasso carrabile in località “Borgorosso” e di un nuovo tratto di lungomare per una lunghezza di 320 metri, nonché la chiusura del passaggio a livello e la realizzazione di un sovrappasso pedonale, dotato di ascensore e di pedane per i disabili. Lo studio progettuale, redatto dai tecnici, è stato quindi approvato dalla giunta e trasmesso alla Regione Calabria per il parere.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X