Si al preliminare per il campo da tennis

Sorgerà nell'area naturalistica della frazione marina

La giunta comunale, guidata dal sindaco Pino Ussia, ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione di un campo da tennis nell’area naturalistica di Guardavalle Marina, redatto dall’ingegnere Salvatore Garzaniti, cui era stato affidato l’incarico con una determina dell’11 dicembre scorso, poiché l’ufficio tecnico, alla luce del carico di lavoro da smaltire, non aveva la possibilità di redigere la progettazione, né di svolgere la direzione dei lavori. Il quadro economico complessivo del progetto ammonta a 70mila euro. L’approvazione del preliminare è, dunque, un ulteriore step per la realizzazione del campo da tennis che rientra in un progetto di riqualificazione urbana e di miglioramento delle infrastrutture comunali, comprese quelle sportive. Nella zona del lungomare, infatti, sono stati già realizzati un campo di calcio a otto ed un parco giochi per bambini. Il campo da tennis in progettazione sorgerà nell’area adiacente il campo di calcio a otto. L’esecutivo ha, inoltre, deliberato di approvare la perizia dei lavori necessari per ripristinare la viabilità sulle strade “San Paolo” e “Borgorosso” per un costo complessivo di 19mila euro, cui l’ente farà fronte con i residui di alcuni mutui accesi alla Cassa deposito e prestiti, previa autorizzazione al diverso utilizzo. La perizia, redatta dall’ufficio tecnico, rientra nella programmazione dell’amministrazione comunale finalizzata ad una graduale riqualificazione dell’intero territorio comunale, sia nel miglioramento dei servizi, che delle viabilità comunale che necessità di interventi di ripristino e sistemazione, viste le condizioni malmesse dell’asfalto, disseminato di buche, che costituiscono un pericolo per la pubblica incolumità, è stata, quindi, valutata la necessità di intervenire sia sulla strada “San Paolo” che sul tratto adiacente al ponte sulla strada “Borgorosso”, poiché le due arterie vengono utilizzate quotidianamente dai proprietari delle diverse aziende agricole che sono presenti nella zona.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X