Tedesco: “In campo per riunire una comunità ormai disgregata”

Parla in candidato di a sindaco di "Civiltà Politica"

Dopo la presentazione dei candidati di Pino Ussia, sindaco uscente con “Trasparenza e Partecipazione” e di Antonio Tedesco, lista “Civiltà Politica. Per Guardavalle”, nella sala consiliare, e in attesa della chiusura ufficiale della campagna elettorale di venerdì 8 giugno il candidato a sindaco, Tedesco, ha incontrato i cittadini del Borgo della Marina e della frazione montana di Elce della Vecchia. «In questa breve campagna elettorale – ha precisato Tedesco – il tempo non è sufficiente per poter dire tutto quello che sarebbe necessario per adeguatamente informare, con chiarezza ed onestà, i cittadini».

Dott. Tedesco, a Guardavalle è mancato il confronto politico?
«Certamente, in questi ultimi. cinque anni, sono mancali un vero confronto e una seria e serena discussione sui tanti e datati problemi che assillano cittadini e paese intero. Al contrario, abbiamo assistito ad una vera e propria chiusura, ad un decadimento, ad un confronto spesso incivile, che hanno contribuito a compromettere rapporti sociali e personali».

Tutto questo ha influito sul tessuto sociale?
«Indubbiamente sì. Infatti, si è creato un tessuto sociale disgregato, lacerato, strappato che suscita tristezza e sfiducia, provoca scarsa e/o nulla partecipazione, distacco e disinteresse alla vita politica di questa comunità. In questo deteriorato clima politico e sociale non è affatto facile trovare le energie necessarie per mettere in moto un percorso civile e culturale virtuoso, capace di infondere fiducia e speranza».

Come nasce la lista civica Civiltà Politica?
«Con le motivazioni che ho elencato, e tante altre che so-no alla base della nascita di “Civiltà Politica”. Con l’obiettivo, squisitamente politico, di unire, di pacificare, di creare coesione, fiducia e armonia sociale, di ridare speranza e protagonismo ad una collettività messa ai margini La mia lista, si presenta come una ampia coalizione, in cui trovano posto esperienza e intelligenze diverse, personalità con percorsi e ideali politici differenti, professionalità che hanno deciso spontaneamente di mettere il proprio sapere e le proprie energie al servizio del ‘bene comune” per sollevare le sorti di Guardavalle. Intorno a questi sintetici concetti abbiamo ragionato e costruito una “Lista” di persone qualificate, lista che bene rappresenta la nostra realtà nelle sue molteplici espressioni e che accomuna esperienza e novità, grandi e giovani. Una lista che si propone di raccogliere un largo consenso per governare il nostro Comune».

Il suo appello agli elettori?
«Votare per la, Lista n. 1 “Civiltà Politica”, scegliendo liberamente senza condizionamenti il candidato che più vi piace e che più vi convince».

Fonte: Il Quotidiano – Franco Laganà
Commenti
Loading...
X