Ussia: dove eravamo rimasti?

Il sindaco, riconfermato alla guida di Guardavalle, commenta la straordinaria affermazione

Una vittoria «bellissima e difficilissima», così il sindaco Pino Ussia ha definito la sua affermazione elettorale, che lo conferma nuovamente alla guida dell’ente. Così all’indomani della vittoria che ha lascato indietro di oltre 300 voti a lista guidata dal suo ex alleato Antonio Tedesco, Ussia ringrazia i cittadini che gli hanno rinnovato la fiducia. «Guardavalle ha scelto la continuità – ha detto il primo cittadino – ha scelto la trasparenza, ha scelto la partecipazione, ha scelto la condivisione ed ha scelto la novità cd i giovani che tengono veramente al bene di questo paese. Guardavalle, da oggi, continua il suo percorso di crescita iniziato cinque anni fa». In attesa dell’insediamento del nuovo consiglio comunale, il sindaco ringrazia gli elettori «per la grande stima che avete riposto e riponete in me ed in tutta la mia fantastica squadra. È stata dura, ma alla fine la giustizia vince sempre. Oggi abbiamo vinto noi. Oggi ha vinto Guardavalle. Oggi hanno vinto i guardavallesi. La trasparenza e la partecipazione sono stati – assicura Ussia – sono e saranno gli elementi caratteristici e caratterizzanti del nostro essere». Infine la promessa di non deludere chi ha riposto la fiducia nella sua squadra. La nuova amministrazione proseguirà, dunque, sulle tracce di quanto fatto finora in tema di lavori pubblici, ambiente, agricoltura, turismo. Fra i primi impegni in agenda, come già anticipato al momento della vittoria, il Piano strutturale associato che vede assieme i comuni di Guardavalle e Santa Caterina e sul quale si erano accumulati dei ritardi perché il Comune di Monasterace, che ora non ne fa più parte, non ha condiviso le scelte operate. La prosecuzione del Piano è stato, quindi, uno dei punti indicati nel programma presentato agli elettori, in quanto ritenuto elemento prioritario di sviluppo per il territorio. Ma la politica della continuità riguarderà anche la realizzazione o il completamento delle opere pubbliche avviate, tra le quali la messa in sicurezza idrogeologica del centro capoluogo, per la quale il Comune è in posizione utile per un finanziamento da un milione di euro, la realizzazione di un cavalcavia pedonale e di un sottopasso carrabile per l’accesso al mare, l’adeguamento e il potenziamento delle reti idriche e dei serbatoi nelle frazioni montane grazie a un finanziamento di 600mila euro e le opere di manutenzione straordinaria dei depuratori.

Fonte: Gazzetta del Sud – Letizia Varano

Commenti
Loading...
X