Ussia si prepara alla sfida

Guardavalle si prepara alle prossime ammi- nistrative del 10 giugno. Ai nastri di partenza due liste civiche, la prima capeggiata dal sindaco uscente Pino Ussia, esponente del Partito Democratico, che guiderà un lista civica di centro sinistra. La seconda, guidata dall’ex sindaco PD Antonio Tedesco, ex capogruppo in consiglio comunale dimessosi mesi addietro, dovrebbe guidare una coalizione civica di centro destra.

Sindaco, la campagna elettorale è entrata nel vivo, ma lei è impegnato alla redazione della relazione di fine mandato?
«Certamente, in questi mesi ho completato la lista e sono soddisfatto, perché sarò affiancato da giovani, donne e professionisti, che hanno a cuore il decollo definitivo del, paese. Per quanto riguarda la relazione, circa 21 pagine, la stessa è prevista dalla normativa di legge che deve es- sere presentata entro sessanta giorni dalla scadenza del mandato».

Ussia quali sono i punti qualificanti della relazione?
«Nella relazione, di circa 21 pagine ho evidenziato la situazione finanziaria dell’Ente. Dopo il mio insediamento. Infatti, abbiamo deliberato di riapprovare il rendiconto 2011 in quanto quello precedentemente approvato presentava vizi di legittimità e di procedere con l’adozione della delibera consiliare con cui è stata annullata la precedente delibera del commissario prefettizio con cui era stato dichiarato lo stato di dissesto finanziario dell’ente, scegliendo di ricorrere alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale. Piano di riequilibrio approvato e più volte rimodulato, per intervenute modifiche normative».

Sindaco, interventi per oltre 3 milioni di euro?
«Nella relazione, entro nel merito degli interventi effettuati nei vari settori, in particolare nel settore dei lavori pubblici. Sono diversi gli interventi realizzati nei cinque anni per un importo complessivo di oltre 3 milioni e 200mila euro, fra cui l’installazione di un sistema di videosorveglianza, la ristrutturazione di un fabbricato da adibire a teatro, i lavori di realizzazione e adeguamento dell’isola ecologica per la raccolta dei rifiuti, l’efficientamento e funzionamento degli impianti di depurazione e sollevamento, l’efficientamento energetico degli edifici scolastici con l’installazione di impianti fotovoltaici, la riqualificazione dell’area naturalistica, la valorizzazione del centro storico e gli interventi per la raccolta dell’acqua piovana delle aree limitrofe al vallone “Vinciarello”. Viene puntualizzato anche la predisposizione del documento preliminare del Piano strutturale associato, il miglioramento della raccolta differenziata con un bando di gara» «Ci siamo attivati anche – ha proseguito Ussia – ad approvare di una serie di regolamenti comunali finalizzati a disciplinare servizi che si presentavano carenti di organizzazione amministrativa. Devo evidenziare anche. 1′ ottima collaborazione della giunta e dei consiglieri, il fattivo impegno dei dipendenti comunali, l’ottimo rapporto con i cittadini e le associazioni del territorio, i continui e proficui incontri con le istituzioni ad ogni livello».

Si ritiene soddisfatto del lavoro svolto. Cosa chiede ai suoi cittadini?
«Certamente, esprimo la mia soddisfazione per i risultati raggiunti, anche se abbiano dovuto superare non poche difficoltà soprattutto economiche La mia ricandidatura, fortemente voluta dal mio partito e dai cittadini, mi rende orgoglioso. Pertanto sono convinto, e fiducioso che ancora una volta per le amministrative la nostra lista, con alcune riconferme, ma molto rinnovata con l’inserimento di giovani e donne avrà il consenso per continuare ad amministrare Guardavalle per altri 5 anni, per completare le tante opere in fase di realizzazione e tante altre da realizzare. Mi consenta quindi di lanciare un forte appello alla comunità guardavallese per sostenerci e vincere questa sfida elettorale per andare avanti, per un futuro migliore del paese, per sconfiggere il progetto di chi vuole bloccare lo sviluppo economico, sociale, culturale del paese, insomma un salto nel buio».

Fonte: Il Quotidiano – Franco Laganà

Commenti
Loading...
X